trends-header-image-trends-stylight-fashion-recap-2020-01
trends-header-image-trends-stylight-fashion-recap-2020-02

Perchè dietro ai trend di quest’anno c’è qualcosa di più del solito.

Download PDF

COTTAGECORE

Il cottagecore è senza dubbio uno dei trend più romantici di quest’anno. Nato sull’applicazione preferita dalla Gen Z, sì stiamo parlando proprio di TikTok, questo look da country girl di fine ‘900 ha conquistato molte fashioniste che non hanno saputo resistere ai maxi colletti bianchi dal gusto retrò, che difatti hanno visto un aumento dei clic del 62% rispetto al 2019 o agli abiti floreali, che sempre su Stylight hanno visto un incremento del 141% o per i cardigan dallo stile un po’ nonna; anche per questa categoria i clic sono aumentati rispetto all’anno precedente (+56%). Uno dei brand che riveste appieno quest’estetica vintage e rurale è l’americano Love Shack Fancy che ovviamente ha suscitato un forte interesse nei nostri utenti vedendo un aumento dei clic del 127% rispetto al 2019.

 

01-cottage-core-stylight-fashion-recap-2020

01/15

Maxi colletti

02-cottage-core-stylight-fashion-recap-2020

02/15

Cardigan

03-cottage-core-stylight-fashion-recap-2020

03/15

Abiti a fiori

04-cottage-core-stylight-fashion-recap-2020

04/15

Love Shack Fancy

UTILITY STYLE

Uno dei trend che è esploso nel 2020 è quello da noi definito come “utility style”, ovvero quel look fatto da tutti quegli indumenti che solitamente sono utilizzati non come capi di moda, ma piuttosto per necessità: come le tute da meccanico, i combat boots, gli stivali da pioggia, le comode Birkenstock o i cappelli da pescatore. Quest’anno però tutti questi capi sono diventati parte integrante dei look alla moda e molti marchi del lusso come Rick Owens, Prada, Burberry e Stella McCartney, ne hanno proposto una loro interpretazione. Su Stylight, abbiamo visto un aumento di oltre il 1000% per le tute da meccanico, del 104%, per i pantaloni cargo, dell’81% per i cappelli da pescatore e del 224% per i combat boots. Mentre il rinomato brand di stivali da pioggia Hunter ha visto un incremento dei clic del 208% da settembre ad ottobre.

 

01-utility-style-stylight-fashion-recap-2020

05/15

Tute 

02-utility-style-stylight-fashion-recap-2020

06/15

Pantaloni cargo

03-utility-style-stylight-fashion-recap-2020

07/15

Combat boots

04-utility-style-stylight-fashion-recap-2020

08/15

Cappello da pescatore

LOCKDOWN TRENDS

Con la pandemia globale causata dal Covid-19 ed il suo conseguente lockdown, la vita di tutti giorni è stata stravolta e con essa molti settori sono entrati in una profonda crisi, non solo economica ma anche in termini di domanda. Le persone chiuse in casa hanno visto le loro abitudini modificarsi e con esse le proprie esigenze. Ciò ha dato al mondo della moda la possibilità di cambiare il proprio piano produttivo e di apportare modifiche ad un sistema che in questo frangente ha mostrato la propria insostenibilità. Queste modifiche hanno visto alcune categorie iniziare a prevalere sulle altre ed il “comfort chic” diventare una nuova prerogativa fondamentale per l’abbigliamento di tutti i giorni.

01-lockdown-trends-stylight-fashion-recap-2020

09/15

Loungewear

Ai tempi del Corona, i pigiami e le tute sono diventati i nuovi tailleur. Con molti di noi costretti a lavorare da casa, l’esigenza è diventata quella di avere un outfit da smart working che fosse comodo ed adatto al tavolo della cucina o quello della sala pranzo, ma che ci facesse anche sentire a posto nel caso in cui la call fosse con telecamera accesa. Questo ha ovviamente aperto le porte alla categoria del loungewear che rispetto al 2019, ha registrato un aumento dei clic del 56%. Anche la categoria dei pigiami ha visto un incremento del 59% durante il corso di quest’anno, soprattutto per quanto riguarda alcuni dei brand di pigiami di lusso come Asceno (+54%) e For Restless Sleepers (+60%).

02-lockdown-trends-stylight-fashion-recap-2020

10/15

Activewear

Con la gente chiusa in casa a fare pane, torte e manicaretti di vario genere, in molti hanno sentito l’esigenza di bruciare le calorie e di continuare a tenersi in forma seguendo corsi di fitness online. Questo nuovo modo di fare attività ha suscitato nelle persone anche il desiderio di avere un look propriamente sportivo, facendo così incrementare i clic su Stylight del 40% per i leggings e del 52% per i reggiseni sportivi rispetto al 2019. E comunque ammettiamolo che l’activewear è ottimo sia che per un allenamento di Yoga su Zoom, ma anche per sedersi sul divano e fare un bel pienone di Netflix che ormai ha smesso di chiederci se “stiamo ancora guardando”.

03-lockdown-trends-stylight-fashion-recap-2020

11/15

Mascherine

Se si parla di lockdown trend loro di certo sono le regine di questa categoria. La mascherina è diventata uno degli accessori indispensabili di questo anno dando così ai brand la possibilità di produrne delle versioni riutilizzabili in stoffa, logate, colorate o in pendant con il proprio outfit. Su Stylight questa categoria, che fino a poco tempo fa era solo una prerogativa di Miss Keta, ha visto un incremento dei clic dell’864% durante il mese di Agosto rispetto all’inizio dell’estate.

“Il 2020 è certamente un anno che lascerà il segno: pieno di controversie, ha visto una pandemia cambiare per sempre il nostro modo di vivere, ha visto le nuove generazioni scendere in piazza, il feed di Instagram tingersi di nero, genitori improvvisare balletti su TikTok con i propri figli ed il mondo della moda mettere seriamente in discussione il proprio sistema di produzione spesso poco sostenibile.”

– Ilenia Sarman, Head of Brand & Content Marketing at Stylight

L’ECOSOSTENIBILITÀ DIVENTA REALTÀ

12/15

Pellicce sintetiche ed ecopelle

L’utilizzo di materiali alternativi alla pelle e alla pelliccia animale sta diventando sempre di più una prerogativa dei grandi marchi del lusso. Se Stella McCartney può essere definito come il luxury brand pioniere nell’utilizzo di pelle vegana e pellicce sintetiche, marchi come Chanel, che hanno visto parte della loro fortuna nella vendita di accessori iconici come borse e scarpe in pelle di alta qualità, si sono trovati di fronte ad una richiesta sempre ingente di una clientela più consapevole e rispettosa del mondo animale che li ha portati a dover iniziare a trovare materiali alternativi a quelli classici. Difatti non ci sorprende vedere che le ricerche di Google per “luxury vegan leather” sono aumentate di ben oltre il 1000% rispetto al 2019.

13/15

Denim

I jeans sono tra i capi più acquistati ed utilizzati al mondo ma purtroppo è ormai ben noto che la produzione di denim è tra le più inquinanti al mondo: richiede moltissima acqua e l’uso di componenti chimici pericolosi. Negli ultimi anni, però, si sta lavorando intensamente per ridurre i consumi della prima e sostituire i secondi con prodotti più naturali e sostenibili. Su Stylight lo scandinavo denim ecosostenibile Nudie Jeans ha visto un aumento dei clic del 30% ed il marchio Outland Denim è tra i preferiti di Meghan Markle.

Il valore attribuito ad un capo d’abbigliamento in base alla sua longevità o qualità, è stato spesso sostituito da un desiderio di basso costo e quantità, portando a quella che oggi è una delle più grandi sfide del mondo della moda: combattere una produzione a basso costo indice di cattiva qualità, poca etica e poca sostenibilità.

14/15

Materiali ecosostenibili, plastica riciclata, cotone e nylon ecologici

L’impiego di materiali ecosostenibili o tessuti in fibra riciclata sta quasi diventando una prerogativa per molti marchi del lusso: Gucci primo fra tutti è stato un pioniere nell’utilizzo dell’econyl, Prada ha lanciato la propria linea di prodotti Re-Nylon e Burberry ha presentato una collezione all’insegna dell’ecosostenibilità per la sua SS20. Ganni quest’anno ha utilizzato per la propria linea di maglieria lana riciclata e YOOX ha presentato una collezione in collaborazione con Sharon Cho e su Stylight il brand tedesco Aeance ha visto un incremento del 514% rispetto all’anno precedente.

15/15

Riutilizzo di prodotti esistenti o di tessuti di scarto

Uno dei problemi che si affronta nella produzione di capi di abbigliamento è quello degli sprechi. Per questo motivo molti brand hanno iniziato a riutilizzare i propri tessuti di scarto: Acne Studio ha lanciato la propria linea Repurposed e giovani brand come il londinese Mary o il nostrano Avavav si impegna ad utilizzare deadstock fabric per la loro produzione. Non sorprende che uno dei brand più amati dalle celebrity di quest’anno sia proprio Marine Serre che su Stylight ha visto un aumento dei clic di ben oltre il 1.000% rispetto al 2019.

MATERIALI & COLORI

fabrics-stylight-fashion-recap-2020

La pelle è il materiale #1 del 2020

Quest’anno abbiamo detto addio al velluto ed al pizzo per dar spazio al total look in pelle. Questo materiale, ormai non solo visto sui pantaloni ed accessori, è uno dei must-have anche per i capispalla come i trench ed i blazer. Parte della sua popolarità per il 2020 è anche dovuta al rilancio che questo materiale ha avuto nella sua forma eco. Molti brand del lusso e non, quest’anno più che mai hanno deciso di rinunciare all’utilizzo di questo “tessuto” nella sua forma animale.

Colori 

Con un grande ritorno agli ’90 non potevamo di certo aspettarci che il grigio fosse il colore più trendy dell’anno, e difatti le nostre aspettative non sono state deluse. Sul podio dei colori must-have del 2020 troviamo il lavanda ed il corallo ed al primo posto il marrone cioccolato.

colors-stylight-fashion-recap-2020

ABOUT THIS REPORT

La nostra analisi viene eseguita sui dati interni Stylight dei nostri 12 milioni di utenti mensili nei 16 mercati in cui siamo presenti. L’intervallo di tempo selezionato va dal 01.01.20 al 30.09.20 e, per lo stesso periodo, si confronta con il 2019. Ogni volta che l’intervallo di tempo selezionato può fare riferimento a un altro intervallo di tempo, o ogni volta che i dati possono appartenere a una fonte esterna, sono stati debitamente referenziati nel corpo del testo del report.

 

teaser-stylight-fashion-recap-want-to-find-out-more-1

DOWNLOAD PDF






Scritto da:

Emma Spadolini

email hidden; JavaScript is required

Rimani sempre aggiornato

Ricevi per primo il nostro prossimo report:

Iscriviti alla newsletter

Stylight Logo

Stylight è la più grande piattaforma di ricerca di moda, beauty e design al mondo. Grazie alla presenza di ben oltre 1.300 negozi partner, Stylight aiuta i propri utenti a trovare ciò che stanno cercando, mettendo a confronto i prezzi di oltre 27 milioni di prodotti.

Acquista gli ultimi trend su Stylight