Skincare 2020:
What’s Next ?

 

 

 

CBD, Tech, Superfoods: le 5 tendenze skincare che promettono di rivoluzionare la cura della pelle nel 2020

La skincare è la nuova ossessione delle Gen Y e Z? Possiamo dirlo forte, considerato che le vendite di prodotti per la cura della pelle nel 2018 hanno toccato quota 5,6 miliardi di dollari solo negli Stati Uniti. La crescente importanza del settore skincare è ormai un dato di fatto, anche grazie ai progressi nel campo della scienza. La cosa più sorprendente? Esattamente come avviene per la moda, il settore è influenzato dalle tendenze (mai sentito parlare di K-Beauty?!). Tuttavia, considerate le migliaia di marchi specializzati esistenti, ognuno impegnato ad ottenere formulazioni uniche e innovative per raggiungere risultati eccellenti, è difficile dire quale delle moltissime tendenze skincare di nicchia colpirà effettivamente il mercato mainstream– e i nostri beauty case, of course. Per fortuna ci sono i numeri a fare un po’ di chiarezza. Esaminando nel dettaglio il comportamento d’acquisto dei nostri 12 milioni di utenti mensili, abbiamo rilevato le tendenze skincare che hanno iniziato a prendere piede all’inizio dell’anno e che vedremo presto su tutti i nostri visi. Quali sono le maggiori novità che promettono di rivoluzionare la cura della pelle nel 2020?

 

1. Tech & Beauty

Stylight-Skincare-Report-Tech&Beauty

+465%

di click per l’high-tech facial cleansing di Foreo

Al pari di altre, l’industria skincare sta diventando sempre più tecnologica. Il risultato? Una domanda crescente di prodotti di bellezza avanguardistici, sempre più sofisticati e personalizzati, oltre che davvero efficaci. A partire da Foreo, il marchio di dispositivi elettronici per la pulizia del viso più diffuso sul web (e sui profili Instagram) che ha tutte le carte in regola per spopolare: i click sulle sue portentose spazzole rosa shocking sono aumentati del +465% all’inizio del 2020. Lo stesso vale per Clarisonic: il brand che fonde tecnologia e bellezza in iconici beauty tools per la pulizia del viso è cresciuto del +23% all’inizio del 2020. The (beauty) show must go on: con buona pace dei cari, vecchi rulli di giada.

2. Skincare a base di infusi di cannabidiolo (CBD)

Stylight-Skincare-Report-CBD_

Dal cioccolato alle candele, la cannabis crea dipendenza. Il CBD infatti è l’ingrediente più apprezzato in questo momento, anche per quanto riguarda la cura della pelle. “Con l’aumento delle ricerche scientifiche che dimostrano i benefici effettivi del CBD, stiamo vedendo sempre più marchi specializzati che lo incorporano nei loro prodotti” afferma Kristen McNeill, business developer di Stylight ed esperta nel settore beauty. I prodotti viso che contengono CBD, canapa o sativa stanno diventando sempre più popolari tra i beauty addicted, grazie alle incredibili proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti dei cannabinoidi. La prova? Google Trends rileva un aumento del +295% nelle ricerche per “cura della pelle CBD” all’inizio del 2020. E noi di Stylight non possiamo che confermare l’hype: abbiamo registrato il +260% di click sulla linea alla Cannabis Sativa di Kiehl’s e il +700 % di click sull’olio di semi di argan e canapa di Josie Maran, ormai considerato all’unanimità un vero e proprio skincare must have.

+260%

di click sulla linea a base di CBD di Kiehl’s 

3. Clean Beauty 

Stylight-Skincare-Report-Clean Beauty

+800%

di click sui prodotti naturali per capelli Briogeo

Nata per soddisfare nuove generazioni di consumatori più attenti alla salute, la cosmetica pulita e rispettosa della pelle è diventata una vera e propria filosofia beauty per le giovani Millennials. “L’industria skincare sta diventando sempre più sensibile ai bisogni dei consumatori che vogliono sapere nel dettaglio quali ingredienti stanno mettendo sul proprio corpo” aggiunge Kristen. Infatti, degli oltre 15.000 articoli per la cura del viso su Stylight, circa 1.250 sono contrassegnati come “puliti”. Non solo in termini di ingredienti, ma anche di trasparenza nei confronti dei clienti: i marchi che offrono formulazioni organiche o prive di sostanze chimiche spaziano dalle etichette di nicchia a quelle tradizionali. Un esempio? Su Stylight The Ordinary, il marchio funzionale di bellezza noto per la sua trasparenza e integrità, ha registrato il +260% di click alla fine di febbraio 2020. Un risultato incredibile raggiunto soprattutto grazie al suo prodotto must have, il Natural Moisturizing Factors + HA Hydrator, considerato come l’idratante n.1 a livello globale (amato anche dalle celebs, da Kim Kardashian a Holly Willoughby). E poi Briogeo, il brand naturale per la cura dei capelli, che ha registrato un aumento del + 800% di click negli ultimi 5 mesi.

4. Superfoods 2.0

Stylight-Skincare-Report-Super Food

Non è di certo un segreto che alcuni super alimenti abbiano incredibili benefici per la salute. Anche in campo skincare, i consumatori sembrano apprezzare sempre di più alcuni ingredienti commestibili, non tradizionalmente associati alla bellezza. Creme o maschere create con prodotti che normalmente si trovano solo nei nostri frigoriferi sono sempre più gettonate. Dallo scomparto frutta e verdura al beauty case, il passo è breve: prendi la Berry Lip Sleeping Mask di Laneige, a base di bacche e con oltre 2.200 recensioni a 5 stelle su Amazon; o la Pumpkin Enzyme Face Mask di Peter Thomas Roth a base di zucca, salvata in circa 36.000 wishlist su Sephora. La mania del latte alternativo poi colpisce anche la cura della pelle: il sapone Pure Goat Milk di Beekman 1802, a base di latte di capra, ha registrato un aumento del 1650% dei click alla fine del mese di febbraio. Una bevanda che alleggerisce non solo lo stomaco, ma anche il nostro viso stanco.

+1650%

di click per il Pure Goat Milk Soap di Beekman 1802

5. Anti-Pollution Skincare

Stylight-Skincare-Report-Anti Pollution

+140%

di click sui prodotti skincare di Dr Barbara Sturm

Prevenire è meglio che curare, soprattutto quando si tratta di pelle. “I consumatori sono sempre più consapevoli del fatto che proprio la prevenzione è la chiave per mantenere una pelle sana: proprio per questo i prodotti viso che contengono fattori SPF e retinolo, l’ingrediente anti-invecchiamento per eccellenza, sono sempre più popolari” afferma Kristen. Insomma, ora iniziamo a renderci conto che l’inquinamento è anche strettamente legato all’invecchiamento precoce della pelle, e per questo motivo gli skincare brands stanno sviluppando sempre più soluzioni innovative per aiutarci a proteggerla dallo smog e dalle aggressioni esterne.
Attualmente su Stylight sono disponibili oltre 500 prodotti viso con specifiche proprietà anti inquinamento. E i nostri acquirenti online dimostrano di apprezzarli sempre di più per la propria routine di bellezza: una su tutti, la linea della dott.ssa Barbara Sturm, famosa per le sue Anti-Pollution Drops di ultima generazione, che è cresciuta del +140% in termini di click a livello globale all’inizio del 2020; mentre l’Anti Pollution Sunshine Serum di Drunk Elephant è presente in oltre 70.000 wishlist su Sephora.

About This Report

Tutti i dati raccolti da Stylight sono il risultato di un’analisi approfondita del comportamento di acquisto dei nostri 12 milioni di utenti mensili, che comprano oltre 100.000 prodotti di bellezza disponibili online sulla nostra piattaforma a livello globale. L’intervallo di tempo considerato per le ricerche citate nel report va da ottobre 2019 a febbraio 2020, se non diversamente specificato dallo stesso. Ogni altro dato non registrato da Stylight è debitamente indicato al suo interno.

Scritto da:

Emma Spadolini

email hidden; JavaScript is required

Rimani sempre aggiornato

Ricevi per primo il nostro prossimo report:

Iscriviti alla newsletter

Stylight Logo

Stylight è la più grande piattaforma di ricerca di moda, beauty e design al mondo. Grazie alla presenza di ben oltre 1.300 negozi partner, Stylight aiuta i propri utenti a trovare ciò che stanno cercando, mettendo a confronto i prezzi di oltre 27 milioni di prodotti.